Graphic Design: tendenze e stili 2018. Vince l’effetto stupore!

Da appassionato di grafica e design mi piace aggiornarmi costantemente sulle nuove tendenze e sugli stili che i miei colleghi, in ogni angolo del mondo, cercano di rilanciare per proporre una variante comunicativa innovativa e di maggiore appeal. Ultimamente mi sono imbattuto in un bell’articolo del sito graphicmama.com che mi ha portato a costatare come le ultimissime tendenze in fatto di grafica si stiano lentamente spostando verso un concetto di indefinito e surreale. La ricerca della perfezione fotografica o lo stile ultra minimale, che hanno contraddistinto l’ultimo anno, lasciano il posto ad una serie di varianti “sporche” che certamente aumentano il focus e di conseguenza l’attenzione da parte dell’utente.

Usando come fonte alcuni lavori presi da Behance e Pinterest, possiamo dividere questi trend in:

Effetto “Glitch”

L’immagine compromessa, ovvero l’effetto del Glitch, è una delle tendenze più popolari nel mondo digitale ultimamente. Apparentemente, quello che una volta era fastidioso per lo spettatore è stato trasformato in un qualcosa veramente ricercato. Il 2018 è l’anno in cui le immagini con questo effetto prendono il sopravvento nel mondo del graphic design.

Effetto “rovinato”

Per quanto possiamo dire, i grafici contemporanei sono ossessionati dall’arte del distruggere. Nel 2018 tutto ciò che include spruzzi, graffi, strappi, rotture o qualsiasi altra forma volta a rovinare l’estetica di una composizione è considerato moderno.

Effetto “Canali cromatici”

Giocare con i canali cromatici è molto popolare tra i designer. La tecnica consente di creare grandi effetti illusionistici. Un olografo, un’allucinazione, una realtà distorta… tutti questi effetti sono molto potenti sullo sguardo dello spettatore, così da rendere i “Canali cromatici” uno dei migliori trend di design grafico del 2018.

Doppia esposizione

La doppia esposizione è una tecnica utilizzata da diversi anni. Nonostante alcuni progettisti l’abbiano messa da parte per un po’, oggi vediamo sicuramente un aumento dei design a doppia esposizione che stupiscono lo spettatore. Ecco alcuni esempi sorprendenti:

Doppia esposizione a due tonalità

In breve, la doppia esposizione a due tonalità si ottiene raddoppiando l’immagine o utilizzando due diverse immagini sovrapposte a colori monocromatici. In questo modo, i progettisti ottengono un effetto “avanti nel tempo”.

Doppia luce

Un altro grande “doppio” tra le tendenze del design grafico 2018 è la luce a doppio colore. La doppia luce è un effetto che può essere ottenuto da due effettive fonti di luce o dalla divisione del canale colore. Eccone alcuni esempi di tendenza.

 

To be continued…

 

 

Articolo di Roberto D’Intino

Fonte: Graphic Mama Blog

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Checkbox GDPR is required

*

I agree

Help-Desk